giovedì 1 giugno 2017

Per amore...solo per amore


Si è concluso ieri sera il ciclo d'incontri di consapevolezza psicosomatica a Palazzo Parente .
Il bello delle relazioni che funzionano: ci siamo trovati tutti ad un livello di comunicazione energetica-affettiva-emotiva molto intensa. Il prodotto, questo, di un lavoro sincero durato diversi mesi in cui si è sperimentato che un gruppo ha una sua anima, un campo d'energia tangibile, un corpo vivo, una capacità relazionale fondata sullo scambio reciproco di sentimenti, sensazioni, emozioni, di momenti d'incontro anche molto intensi, come accaduto ieri sera nella seduta finale. Non a caso le persone che si ascoltano, si rispettano, che aprono il proprio cuore-respiro ed asse energetico si ritrovano, si scambiano sogni, pensieri, emozioni, creatività, comprensione, abbracci. La legge delle relazioni è esattamente questa: chi si ama non teme il coinvolgimento, non fugge dentro il suo egoismo a proteggere il suo piccolo miserabile ego che fonda la sua esistenza sull'immagine di se, sulla ricerca del potere e sulla competizione. Chi si ama si ritrova, si riconosce nell'altro, anche condividendo la comunicazione inconscia dei sogni, dei simboli e parlando il linguaggio dell'anima. Difatti eri sera il linguaggio del corpo, delle espressioni poetiche, dei colori era la sintassi di una comunicazione affettiva e rispettosa reciproca. Un grazie di cuore a tutti voi del gruppo , in questi mesi , realmente presenti , che insieme abbiamo costruito un " NOI". Chi teme il noi non conoscerà mai l'amore! Amare è coinvolgersi non è salvare la faccia. Quelli che pensano a salvarsi la faccia vivono , appunto, di "facciata" non d'amore.