venerdì 21 febbraio 2014

Basta con questa storia della testa in amore

Basta con questa storia della testa in amore. Un tormentone si aggira su FB: donne che cercano l'erotismo nella testa. L'erotismo non sta nella testa. La testa è fatta per ragionare e controllare. Questa è una separazione esattamente antitetica a quella degli uomini che cercano solo il sesso senza testa. L'erotismo parte da una regione remota e profonda della personalità oscura e inconoscibile, fa parte dell'universo meraviglioso che vive in ogni cosa del creato ed in ogni angolo del corpo , cuore, sangue, polmoni, respiro profondo e afflato-orgasmo cosmico e passa "pure" per la testa se essa non si oppone e non razionalizza.

venerdì 14 febbraio 2014

A proposito della bugia, questa sconosciuta

.
Molti su FB si lamentano di uomini o donne che dicono bugie nel rapporto di coppia e si lamentano come bambini per averle subite. Vediamo cos'è questa bugia che si teme così tanto. Cosa c'è dietro la bugia?
Diciamo intanto che la bugia nasce nel rapporto primario familiare tra adulti e bambini, genitori e figli. Il presupposto è che i bambini debbano essere trasparenti, nascondere nulla e che gli adulti debbano sapere tutto di loro. Certo il vantaggio è quello che i genitori assumono un pieno controllo sulla vita dei loro bambini e poter intervenire o interferire nei loro comportamenti, lo scopo sarebbe cmq "educativo". Poi da adolescenti si chiede loro di essere trasparenti a scopo sempre educativo, perchè gli adulti genitori sappiano tutto per poterli controllare ed intervenire-interferire nei loro comportamenti. Molte mamme e papà hanno poi la pretesa di diventare amici dei loro figli e quindi "dobbiamo confidarci tutto, dirci tutto e niente bugie", ancora una volta si chiede l'ennesima trasparenza esistenziale. Poi arriva la fidanzatina pilotata nel sistema familiare che propone l'ennesimo: "amore dobbiamo dirci tutto , voglio sapere tutto di te anche del tuo passato "niente bugie".  Poi si arriva al matrimonio , ancora trasparenza , dobbiamo dirci tutto, voglio sapere tutto del tuo passato! Ahimè sono gelosa di quella donna che hai amato prima di me, come ti sei permesso? mi dici solo bugie!  E così , bambini a vita!
L'adulto non ha il problema della bugia, la persona adulta è responsabile e qualsiasi cosa faccia è sotto sua responsabilità.La persona adulta sa che ogni uomo ed ogni donna ha il diritto di avere un suo angolo segreto inviolabile ed intoccabile, anche nei grandi amori. L'adulto sa che il lato ombra delle persone ci mantiene innamorati e suscita emozioni profonde perchè collegate alle profondità dell'anima. Perdersi il mistero del fascino e dello sconosciuto che alberga in noi vuol dire disabituarsi all'amore ed al rispetto per l'altro. Amare è non chiamare più bugia quello che nell'altro va rispettato  come lato profondo e misterioso della sua personalità, quel luogo dell'eros che mantiene viva la relazione e l'eros sfidando il tempo. La trasparenza è noia, le donne hanno molto da insegnare agli uomini sull'archetipo della luna e sul fascino femminile delle atmosfere notturne dove luce e trasparenza disturbano e rendono banale il sentimento oscuro e profondo e l'eros dell'anima.

mercoledì 12 febbraio 2014

Il giudizio è nemico dell'osservazione serena e naturale della vita


Per Gurdjeff l'autoosservazione e la consapevolezza determinano cambiamenti fondamentali nell'essere profondo delle persone. E' una questione di occhi, di capacità di osservare senza giudicarsi e nel nostro lavoro di gruppo diamo molta importanza al posizionamento degli occhi nella focalizzazione visiva e nella funzionalità dello sguardo nella percezione del reale. Molte persone sono così estremamente posizionate sul giudizio che si procurano inconsapevolmente la base favorevole per attacchi di panico in grande stile. Chi vive nel giudizio, vive nel passato ma, ahimè, non lo sa e si affanna a percepire come presente un pesante fardello di un inutile passato. Incredibile ad esempio fu la reazione di un signore, ad un vernissage, quando davanti ad una rappresentazione su tela di un grande suggestiva onda marina che sembrava travolgere i visitatori, ebbe a dire tra lo stupore generale: ma non capisco quella macchiolina in basso a destra della cornice del quadro! lo disse con un tono perentorio, perdendo di vista l'insieme del quadro, come se esistesse solo quella macchiolina disturbante . Molti si comportano così quotidianamente, si accaniscono a vedere l'albero e intanto si perdono la foresta. Sono quelli che spesso poi si lamentano della loro insoddisfazione esistenziale, sociale , affettiva e lavorativa. Oppure, in maniera illusoria, si creano zone cuscinetto di sicurezza esistenziale ponendo la loro vita al sicuro all'interno di un nucleo familiare in cui tutti i componenti compresi mariti e figli vivono in una simbiosi totale di vita, anche lavorativa, senza possibilità di strutturare una propria esistenza autonoma. Per fortuna l'organismo intelligente prima o poi spara il sintomo per svegliarci alla realtà e da quì all'attacco di panico il passo è breve. Impariamo,dunque, "l'osservazione senza giudizio", solo così possiamo posizionarci con meraviglia e stupore davanti al mistero della vita ed al senso della nostra esistenza. 

domenica 9 febbraio 2014

Dalla terra dei fuochi

Una pioggerellina fitta, silenziosa, discreta, insiste premurosamente su un prato dal manto verde scuro insufflando nell'aria un odore ancestrale di erbaceo, misto ad umori della zolla umida, tra suoni e sibili di un vento rispettoso che smuove le cime dei pini che ondeggiano e danzano al ritmo del respiro profondo della terra aprendo le porte dell'anima a dimensioni sopite, antiche che infondono un sentimento inscindibile di unità, di bellezza, di pace , di appartenenza . 

La capacità di riconoscere se stessi ed altro da sè, si situa sul confine tra Narciso ed Alterità...

La capacità di riconoscere se stessi ed altro da se si situa sul confine tra narciso ed alterità... Il confine tra narciso e alterità è lo s...